Fallocrazia.

Che vergogna essere un maschietto di questi tempi. Siamo i molestatori, siamo i ricattatori, siamo i violentatori, siamo gelosi e possessivi. La verità è che ci sta mancando la terra sotto i piedi, perché tutti si stanno rendendo conto che alla fin fine questa cosa che abbiamo tra le gambe non è poi tanto importante: ormai se ne stanno rendendo conto tutti, ma noi già da un pezzo.

Il nostro è un mondo fabbricato dagli uomini per gli uomini: perfino Dio ha deciso che dovevamo esser noi per primi a colonizzare il Paradiso Terrestre, lei è arrivata dopo a far casini per il capriccio di mangiare una mela e per colpa sua l’abbiamo pagata cara pure noi poiché chi-dice-donna-dice-danno, nient’altro che questo. Per non parlare di Allah che ci promette ben 72 vergini nell’aldilà se ci martirizziamo: lei è un premio, una ricompensa, nient’altro che questo. Sì, ci siamo ritrovati in un mondo costruito ad hoc per noi da chi ci ha preceduti, ma la favola è finita e la principessa si salva da sola…e il drago siamo noi. 

Perfino nei processi sommari che ci piaccion tanto sui social di questi tempi noi dibattiamo se lei-doveva-parlare-prima, se lei-se-l’è-cercata, non se lui se lo poteva tenere nei pantaloni e basta.

Ma io dico: irresistibili come siamo, data quella cosa che abbiamo tra le gambe, perché dovremmo approfittare della nostra posizione di potere o della nostra supremazia fisica per portarcela a letto? Ah, giusto: forse non siamo poi tanto irresistibili.

Che vergogna essere un maschietto di questi tempi, perché essere Uomini è tutta un’altra storia.

17596520_1864909010423444_7921945217580662784_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...