Voglio avere quattro anni d’età.

Chi vi scrive sta ascoltando su youtube una playlist di sigle dei cartoni animati cantata da Cristina d’Avena. E non se ne vergogna affatto.

Mi piace quella sensazione di rimettere tutte le cose a posto: quando l’angoscia e la frustrazione fanno a gara per morsicarti la bocca dello stomaco e tu vorresti avere quattro anni e zero responsabilità. E invece poi, siccome di anni ne hai compiuti da poco trentatré, riesci a mettere tutto in ordine e perfino a portarti avanti con il lavoro.  

Schermata

Avevo quattro anni e solo un anno dopo sarei entrato in prima elementare (un anno prima degli altri) per iniziare un percorso di studi che diciassette anni dopo mi avrebbe visto laureato in Scienze Politiche (con un anno extra passato in Erasmus) e sempre più responsabilità, impegni, programazioni… Avevo quattro anni e nulla da fare se non mangiare, dormire, giocare e obbedire. Avevo quattro anni e:

  • Non mi consideravano più un’inutile fabbrica di cacchina ma neppure facevano conto su di me per prendere decisioni sul da farsi;
  • Riuscivo a farmi perdonare tutto: guardate la foto e ditemi se non avreste perdonato perfino un genocidio a quel sorrisino monellino;
  • Credevo a Babbo Natale e a tutta quella magia che ne consegue sotto Natale;
  • Alla materna succhiavamo i gambi di certi fiori selvatici dal dolce succo e mi convinsi di essere un drogato quando in tv (precisamente una puntata di “Arnold“) dei ragazzi dicevano che si “facevano di erba”;
  • Ero inquietato da “Super Vicky” e avevo le mie prime erezioni con Sabrina di “È quasi magia Johnny” e Ornella Muti (che ai tempi non era una maschera di botox);
  • Non mi prendeva mai in braccio nessuno perché ero gigantesco e pesante, ma non mi importava perché mi riempivano di complimenti sempre e comunque e avevano delle aspettative così basse che li facevo felici con poco.

Se penso a tutto ciò che ho passato in questi ventinove anni, non credo tornerei indietro, a meno che non mi si garantisse di restare fermo a quattro anni d’età. Magari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...