Facebook week#1

Cos’ho scritto su facebook questa settimana appena trascorsa? Ecco qui, con qualche approfondimento e spiegazione.

tumblr_mevfzdlcAC1r877b7o1_r1_500

Non è estate senza torneo di Pinellone e/o Scala40. Bisogna rimediare. Anguria fresca, mare, birretta ghiacciata in spiaggia alle 18, notte insonne per via del caldo, bagno notturno (possibilmente senza costume): sono poche ma chiare le cose che rendono un’estate qualsiasi ESTATE.

Lascio spazio su questo profilo facebook solo a persone che interagiscono con me. Chi mi incontra e non mi saluta non interagisce, quindi non vedo perché tenerlo qui. Da quando non ho più persone negative attorno a me la mia vita è migliorata: ho intenzione di continuare così. Cioè di facce di merda ne ho abbastanza da vedere in giro, pure su facebook no. gente che fa le acrobazie pur di non dire “ciao”, quasi come se gli avessi cercato la mamma. Perché devo tenerla su facebook? A fanculo!

Coltivando dubbi si ha un raccolto incessante. A voi tutte le certezze. E non c’è altrio da aggiungere: non scambierei la mia testa incasinata, insicura, piena di macromondi con nessuna testa meno ingombra.

Ho sbagliato tanto tanto, ma ho sempre saputo distinguere i complimenti dalle adulazioni e dalle manipolazioni. E sono felice di non aver mai ceduto alle lusinghe di chi poi ha trovato terreno fertile per il proprio opportunismo. Siamo tutti più felici: chi ottiene ciò che vuole grazie alla propria abilità adulatoria, chi appaga il proprio ego vendendone pezzetti e soprattutto io che non mi circondo di lacchè. Vedo gente che ha la linguia consumata. La stessa gente che dice le stesse cose che diceva a me, ad altri: altri che si fanno “fregare” da una lusinga e cedono alle richieste che io ho rifiutato. Non faccio lavorare la gente che mi lecca il culo, se non ha ciò che il palcoscenico mi chiede in quel momento. Il fatto è che praticamente mai ciò che il palcoscenico mi chiede in quel momento, appartiene a gente che ha bisogno di leccarmi il culo. Gli scarti ai poveracci.

Non è compleanno di Ga se il meteo non è una merda. Menk! – L’ignoranza di bivaccare sulla spiaggia con amici, la mia rinomata sangria e cibo per un esercito, rientrare alle 3.30 e dormire per 10ore di fila. Lo schifo che mi faccio. E ogni tanto ci vuole quel devasto assoluto, quella dissoluta pigra vita di persona normale: l’alito del day-after, il mal di testa di chi ha dormito troppo, e solo la preoccupazione di come e quando fare ancora l’amore.

Mi chiedo che bisogno avete di ostentare la bontà di certi piatti che si vede lontano un miglio che hanno più o meno il sapore dell’intonaco. Quand’ero vegetariano scassavo le palle molto meno di voi. Cioè davvero basta con le stragi di verdure e di testicoli.

Invece di questi cazzo di poke perché non mi inviate soldi? Ma molti…Tanto non me ne appoggiate: se me ne appoggiavano tutti nascevo mensola. Che poi me li mandasse gente bona mica mi lamentavo…e invece roiti pazzeschi, reietti e scherzi di madre natura, Merda.

nosense

2 pensieri su “Facebook week#1”

  1. sei sempre un gran figo… nel senso che hai una gran bella testa…. chissà se berremo mai una birretta assieme.,. giusto per cazzeggiare….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...