Domenica 24 maggio: Ferai in piazza, per Amare le “sentinelle in piedi” Cagliari

free_hearts_background_vector_147737

Domenica mattina vado a fare una performance teatrale laddove si riuniscono le “sentinelle in piedi” che si chiamano a raccolta col seguente annuncio:

E’ giunto il momento in cui non ci si può più sottrarre dal prendere una posizione pubblica, rifiutando di essere conniventi con un potere che distrae le menti delle nuove generazioni e che le confonde, abituandole a pensare che sia tutto normale.
In silenzio,
-per dire NO al Ddl Scalfaratto che ha la finalità di impedire qualsiasi manifestazione del libero pensiero!
-per dire NO al Ddl Cirinnà che equipara nozze etero e omo aprendo la strada a adozione per coppie omosessuali!
-per dire NO Ddl Fedeli che prevede l’introduzione dell’educazione di genere obbligatoria nelle scuole!

Molti dicono “non diamogli visibilità”, ma io sento un fastidio profondo, sento l’urgenza di dedicare loro una performance piena d’amore. Non per educarli, ma per fargli capire che c’è Amore in questo mondo, e potrebbero averne anche loro un po’ se solo aprissero più la mente invece che stare in piedi, ritti come salami, a fingere di leggere libri, zitti zitti quasi a sottolineare il fatto che non hanno argomentazioni. Mi dispiace per loro, mi fanno pena, tenerezza, non voglio lasciarli lì da soli.

Ed ecco l’idea di coinvolgere gente della mia compagnia teatrale, Ferai, e creo un evento su fb, segreto, giusto per dare a tutti la stessa info, questa:

Domenica ci vediamo alle ore 11 a Marina Piccola, a Cagliari, all’ingresso della passeggiata, davanti al bar. Le sentinelle – miskies – fanno la loro performance alle 11.30 (qui l’evento, non cliccate “parteciperò”) e noi con loro…anzi noi PER loro. Ognuno felice, libero e sorridente, vi chiedo di ritagliare un bel cuore rosso in cartone (o similare) più grande possibile (ma vanno bene palloncini, fantasia di magliette, ecc…l’importante è che ci siano milioni di cuori rossi). Portatene in abbondanza caso mai qualcuno non possa portarselo. Nessuna provocazione, nessun insulto (manco a dirlo) facciamo vedere ai media che noi siamo OVVIAMENTE, GIUSTAMENTE di più. Perché se anche solo una persona sente il bisogno di fare un breve sit-in per manifestare la sua disapprovazione verso i diritti civili, noi abbiamo l’obbligo morale di manifestare anche per lui/lei. Le sentinelle non hanno bisogno di una sedia: han bisogno di Amore. Tutto chiaro? Spargete la voce, più siamo meglio è. Amiamo, amiamo, amiamo!

Ma subito la cosa si espande a macchia d’olio, poco fa leggo un articolo di un giornale online (questo) che copia e incolla l’evento e allora mi dico: usciamo allo scoperto, fanculo l’effetto sorpresa: inondiamo Marina Piccola di cuori rossi in cartone o di qualunque forma e materiale e amiamo anche a nome loro. Zitti. Ritti. Muti. Tristi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...