Un febbraio così…

Littizzetto_caselli--400x300Il Festival di Sanremo è un evento che non ho mai seguito assiduamente e di cui potrebbe interessarmi veramente poco, ma con le sue canzoni ha segnato sempre cose importanti nella mia vita (sarà che poi le senti ovunque). Quest’anno lo seguo quasi ogni sera (mi sono perso solo 3/4 della puntata di giovedì 14) perché non ho altro da fare se non spiaggiarmi sul divano e staccare il cervello dalle 70 ore al giorno di lavoro. Per me il Festival segna l’arrivo della primavera o per lo meno mi fa sentire che l’inverno sta finendo. È come il Natale, è importante, sono un tipo simbolico io.

Stasera ci sarà l’ultima puntata, ma cosa mi resta di questa (noiosa, banale, piatta) edizione in cui salvo poche pochissime tre canzoni? Ecco:

  1. La tristezza che mi ha suscitato il ventriloquo che muove le labbra mentre fa parlare il pupazzo Rockfeller;
  2. La strofa “Amami uomo con le mani da uomo” della canzone di Rubino che vince vince il premio della critica (l’evoluzione della rima amore-cuore, tu-blu);
  3. La fame chimica che mi aggrediva quando vedevo comparire gli Almamegretta sul palco;
  4. L’incoscienza da karaoke alticcio di Chiara nel cantare “Almeno tu nell’Universo”;
  5. L’odio per Gualazzi che ha RO-VI-NA-TO “Luce” di Elisa;
  6. La modernità di Maria Nazionale…fosse nata nel 1930 sarebbe stata modernissima;
  7. L’israeliano Avidan e la sua interpretazione alla Nina Hagen sedata;
  8. La figura demmmerda di Crozza che resta muto e immobile di fronte a due contestatori.

Va bene, lo dico subito: non me l’aspettavo, sarà un mese strano. Nulla di strano che io faccia tre spettacoli diversi questo mese, a parte il fatto che il lavoro mi prende un sacco di tempo. Ed è un bene avere da fare senza stare a pensare troppo. Ma sai che novità…
Un po’ di notizie sparse: questo mese a livello emotivo è stata una giungla. Una coppia  a me molto cara s’è lasciata, parto a Londra, una persona a cui tenevo tanto mi ha irrimediabilmente deluso, il Papa s’è dimesso (manco sapevo che ci si potesse dimettere da Papa), un amico che pensavo buono si è rivelato prezioso oltre ogni mia aspettativa, mi è venuta voglia di ricominciare a frequentare il prossimo dopo 5 mesi di singletudine solitudine.

tumblr_mdel9lvbAq1qgxioxo1_500

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...