Lettera a Babbo Natale

815_562503257096849_643123067_n

Buon Natale…Eja “Buon Natale” un cazzo.

Oh da quando faccio questo lavoro Gesù Bambino o chi per lui (Babbo Natale o la Befana) mi hanno considerato sempre meno la notte tra il 24 e il 25 dicembre. Un’idea sul perché me la sono fatto. È colpa di Ferai Teatro, la compagnia di cui faccio parte e che ho fondato. Cioè, siamo partiti bene facendo spettacoli a tematica religiosa e sull’antropologia culturale (e lì a Natale era tutto regolare) ma poi tra spettacoli come i Monologhi della Vagina, Snuff – pornografia allo stato impuro e PorNoGay, mi sono giocato i regali sotto l’albero.

Però dai, come sei e come non sei non vai mai bene: solo perché sono un attore e regista che fa spettacoli un po’ birichini non è che devo essere penalizzato. C’è già la società che ci penalizza per qualunque cosa, se ci si mettono di mezzo anche quelli che ci devono portare i regali sotto l’albero addio… No, dico: se sei ateo sei senza valori, se sei cristiano sei bigotto, se sei musulmano sei terrorista, se sei nero è meglio che ti tingi di bianco, se sei cinese rubi il lavoro perché vendi le cose a poco… Come se Castangia che vende un paio di jeans di merda a 300 euro sia Madre Teresa!

Vabbè io oggi sono qui per leggere la mia letterina di Natale, tanto chiedere non costa nulla, no? Allora, per non offendere nessuno tra Babbo Natale, Gesù bambino eccetera non la intesto, mandiamola a pioggia, tipo spam su internet, e magari riusciamo a fare centro.

Dunque: Caro Babbo Natale, quest’anno sono stato buono…

si sta avvicinando Natale e siccome credo di essere stato abbastanza buono, volevo chiederti un dono speciale per me. Io sono single come sicuramente sai, quindi caro blablabla, voglio una persona che mi si fidanzi, maschio o femmina che sia. Io lo so che magari la questione “maschio per maschio” non va bene, però sappi che non disdegnerei neppure una femmina come si deve: io vorrei una persona con cui stare, non penso di chiedere chissà cosa, non sono mica Gabriel Garko ma neppure da buttare via, no? Allora perché io sono single e invece ci sono certi cessi a pedali che sono fidanzati felicemente?

Le persone che mi piacciono o sono minorenni o sono troppo maggiorenni, o sono uscite da un centro psichiatrico o di recupero tossicologico o ci stanno per entrare, o sono ragazze etero confuse oppure sono ragazzi gay indecisi… Una persona che abbia fatto pace col cervello esiste? E le innamorate perenni…di qualcun altro!? Oh, c’è sempre un ex o una ex: loro possono anche essere single da 10 anni, il loro ex vive in Cile con più figli di Brad e Angelina che se magari gli dici il nome dell’ex e neanche si ricorda chi cazzo sono…. ma loro la amano ancora e soffrono per l’ex che prima o poi torna dal Cile e che sicuramente nelle notti di luna piena guardano il cielo e si pensano a distanza. Ma baccagai!

Uno normale, ne voglio uno normale! Se me lo fai trovare maschietto lo vorrei vestito normale, pettinato normale, che parli normale. Adesso i caghini sono tutti strani: o sono magri magri tipo Kate Moss ai tempi in cui non mangiava nulla che proiettava ombre, glabri, maschili come Francesca Cipriani e con le sopracciglia più fini di quelle di Patty Pravo oppure sono tutti obesi, con la testa rasata, la barba di Mangiafoco e pelosi come un pastore maremmano. Non se ne può più. E poi quando ne vedi un ragazzo fisicamente normale, sano, vestito normale, lo avvicini, sorridi e gli fai: “Piacere, Andrea!” E lui si gira normale, ti guarda normale, ti sorride normale e ti fa normale normale: “Piacere, Annalisa! Ascò io sono lella ma se ti interessa c’è il mio amico caghino che ti vuole conoscere: lo vedì? Quello in perizoma che sta sculettando sul cubo!” Fa almeno a trovarne uno che non guardi Amici? O che non ci partecipi o ci abbia partecipato come ballerina o cantante? O che non ne parli? Minca mi annoi, tira a casino, tzacca stradoni!

Non che la situazione delle femminucce sia più tranquilla e normale. Le tipe adesso si dividono in tre categorie: quelle che non escono mai di casa perché sono cravate fisso davanti a Real Time, quelle intelligenti come un panetto di burro che ci parli e senti il vuoto cosmico, che al posto del cervello hanno una tavoletta di mandorlato balocco e hanno la testa piena di chipster. La terza categoria, sempre più diffusa, è quella delle radical-liberal-comunist-intellettual-chic. Al collo hanno sempre la sciarpetta o la reflex o entrambe. Tipo venditori ambulanti a Marina Piccola. E stanno sempre parlando di cose profonde: la politica di Israele nei confronti della Palestina, la politica berlusconiana e lo spread, l’esempio della politica interna islandese per combattere la crisi globale…“Cioè lillina, ma Amici non lo guardi tu?”. Macchè, loro sono tutte emancipate, sono troppo avanti, sono cosmopolitan, sono connesse col mondo! Ti chiamano con lo smartphone, ti scrivono su whatsapp, condividono link socio-politici su facebook, esprimono la loro opinione su twitter, e pubblicano foto di gatti, piedi, pranzi e cene su instagram. Pitticca sa palla! Stanno fisso andando al vernissage di questo o alla mostra di quell’altro… Un appuntamento galante a due per abborsare non te lo vedi neanche coi binocoli. Quando si esce loro vogliono andare al sit-in davanti alla regione, alla manifestazione contro il governo di destra o all’aperitivo di Lucido Sottile. Queste sono così impegnate, alternative e pallose che alle primarie hanno votato Tabacci! Capito? Minca Tabacci! Eh ma loro sono le regine del taglio di capelli asimmetrico, rigorosamente finto sconvolto…Ascò stellina, tu non sei alternativa, sei una callona che spende 100 euro per avere il taglio di capelli di una che si è appena svegliata!

Io lo so che non sono la persona più normale del mondo, lo so. Anche io ho le mie stranezze, le mie paranoie e le mie fisse, però normale: voglio una persona normale. Posso anche valutare l’ipotesi di non fare più spettacoli birichini tipo Monologhi della Vagina, Snuff e PorNoGay. Davvero: voglio una persona normale, c’esti fammini!

Grazie, tuo/vostro

Andrea Ibba Monni

563566_4531121847891_1605198635_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...