La mia personale Wellspring Academy

Lo so. Lo so benissimo che l’ho già detto, l’ho già scritto. L’ho giurato sul successo duraturo delle sorelle Lecciso e sappiamo tutti com’è andata a finire. Non è il caso di tornarci su. Volevo solo mettere i puntini sulle i per far stare tranquilli quelli che non-gliene-frega-nulla; volevo dire questa cosa a beneficio di chi non potrebbe importargliene di meno; volevo fare una promessa a chi vivrà bene anche senza.

L’argomento è la palestra. Ed ecco che a chi mi segue da tempo è scappato un sorriso a mezza bocca, di quelli che ma-tu-guarda-cosa-dice-sto-cicciabbombacannoniere…e invece aspettate un attimo. È da gennaio che vado in palestra costantemente (sono cinque mesi eh!) e nelle ultime due settimane ci vado tutti i giorni (tutti i giorni!), per due ore al giorno (due ore al giorno!). E non è poco per uno che come me che s’è scolpito questo fisico di merda nel budino con una costanza quotidiana per ben 28 anni.

Ho perso 8 chili. L’istruttore dice anche che la mia massa grassa si sta convertendo in massa magra. A beneficio di chi ha letto quest’ultima frase a bocca aperta e sguardo perso (come ero io quando ho sentito l’istruttore dirla) spiego che la ciccia sta diminuendo e la massa muscolare aumentando: sto perdendo peso ma anche mettendo su muscoli. Digli niente.

Come è possibile tutto ciò?

A parte il fatto che se non vado in palestra la mattina mi un tossicodipendente in crisi di astinenza (per cui ripeto: due ore di sudore e pesi al giorno), guardo una pastina Mulino Bianco (sì, quelle fatte a mano da Antonio Banderas!) e penso a quanti minuti di step o glidex servirebbero per bruciarla e l’esito è: un minuto per mangiarla e dieci per bruciarla. Passami una mela, grazie.

Quindi se l’andazzo è questo, mi ritroverò presto figo molto figo fighissimo figherrimo, per cui mi sembra il minimo tranquillizzare l’umanità promettendo solennemente che:

  • Non me la tirerò mai più di quanto me la sia (immotivatamente) tirata, perché non c’è nulla di cui vantarsi dello stare alla fame e faticare in palestra;
  • Non mi vedrete mai ballare a petto nudo ma in mutande su un cubo in discoteca (e se io lo dico lo faccio);
  • Non mi sentirete mai dire che la bellezza è un grande ostacolo alla mia vita come un Gabriel garko qualsiasi, anzi io questi ostacoli li vorrei ogni giorno;
  • Non posterò su facebook foto in cui mi spalmo un qualsiasi tipo di olio sul six pack anche perché non credo di averlo;
  • Non mi farò tatuare alcun tribale et simila sui polpacci o in qualunque altra parte del corpo per poi ritrovarmi a ottantanni alle caviglie il tatuaggio fatto da giovane sul fondoschiena;
  • Non indosserò mai canotte aderenti che mettono in evidenza la muscolatura (le famigerate canotte da bisticcio);
  • Non assumerò mai sostanze chimiche per pompare ancora di più i muscoli anche perché tengo più alle dimensioni dei miei genitali che alla tonicità dei pettorali;
  • Non leggerete mai che “Guarda, mangio pane, pizza e patatine fritte ma proprio non ingrasso” perché io sono di quelli che ingrassa solo a pensarci.

7 pensieri su “La mia personale Wellspring Academy”

  1. oh ma ogni tanto un po’ di pizza ci vuole u.u non è che appena introduci un minimo grasso in corpo, questo si accumula… i tuoi muscoli lo bruceranno più velocemente…
    complimenDoni 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...