Qualcosa di cui mi vergognerò

Questa quassù è la foto più rappresentativa di tutte le mie foto delle vacanze: sono ad un party anni ’90 col cast quasi completo (non si può avere tutto dalla vita) di Beverly Hills 90210. Vedo le foto e traggo qualche importante considerazione su cui riflettere:

  1. Sono arancione. Andare al mare praticamente ogni giorno e prendere il sole è davvero bellissimo, rilassante e può essere divertente con la compagnia giusta, ma sembro Donatella Versace, e questo non può andare bene. Perché io non sono una sessantenne che si ammazza di lampade e stravizi vari che le rovinano la pelle. Non ancora…Sono talmente abbronzato che quando perderò l’abbronzatura perderò i tratti somatici, mi sbuccerò come una patata bollita.
  2. Le prime settantacinquemila foto in cui ho l’espressione (volutamente) da idiota sono carine, simpatiche. Poi inizio a sembrare un coglione. Ho ventotto anni e neanche una foto “normale” dell’estate 2011. Ma se resto con una espressione relativamente neutra sembro ancora di più un idiota. Che fare?
  3. I miei capelli sono bizzarri. Li ho decolorati e tagliati lesbo-punk per uno spettacolo teatrale nel quale ho incarnato un Narciso nudo e consapevole. Ora negli album di foto o sembro Vanna Marchi oppure un nazi. Ma che cazzo.
  4. In vacanza uno si rilassa no? Io ho deciso di vivere tre mesi in tre settimane (le uniche di vacanza vera che ho): ecco perché ho due occhiaie che neanche Dario Argento e una stanchezza che neanche quando lavoro. Però mi diverto.
  5. Le tag di facebook sono le mie nuove nemiche. Se mi immortali durante un party, nudo al mare di notte, a una cena mentre ingollo qualunque cosa o whatever, non sei costretto a taggarmi su facebook. Davvero, nessuno ti obbliga, soprattutto se non sei fornito di buon gusto e senso del pudore. Non puoi taggarmi se sembro Britney Spears nel suo periodo grigio.
  6. L’estate sta finendo. Ho sempre odiato la canzone dei Righeira, mi ha sempre messo ansia, tristezza. Però è anche vero che mi aspetta un autunno bellissimo pieno di progetti stimolanti che non vedo l’ora di portare avanti. E sono curioso di scattare nuove foto al mio look settembrino.

7 pensieri su “Qualcosa di cui mi vergognerò”

  1. La tua pelle sembra sia tratta liberamente da “Sunshine” di Danny Boyle.

    I capelli mi ricordano lo shock di quando decolorai i miei per poi renderli viola,uno shock biondo il cui risultato fu:
    Una risata isterica di 10 minuti incrociata con la minacciosa follia di Nicholson nella scena di “Specchio!” di Batman(1989).
    Comunque direi che il risultato su di te è molto più vicino alla signora Marchi che ad un nazi.

    Neanche io ho una foto con espressioni facciali normali…non è un problema insormontabile.
    Io un trucco ce l’ho,se sono euforico e so che stanno per fotografarmi smorzo l’entusiasmo pensando a tutti i gatti che i vicini mi hanno fatto fuori negli ultimi 10 anni.

    PS
    Il periodo grigio della Spears è uno dei miei preferiti.
    PPS
    No,non è vero.
    Quasi.
    Diciamo che ero dispiaciuto per lei perchè stava malissimo,ma almeno sapevo che le sale di registrazione erano al sicuro.
    Si,sono una carogna.

  2. Vengo qui per leggere, per leggerti, perchè mi piace quello che leggo. Ora scrivo, per farti i complimenti, perchè trasmetti passione e grinta. Ed ora torno nell’anonimato, mi faceva piacere lasciarti due parole.
    Buon settembre pieno di progetti. R.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...