Alla faccia di Facebook

Alla faccia di facebook ci sono migliaia di persone bloccate nel traffico da giorni, sulla strada che collega Pechino a Jinin, in Tibet, che si è formato oltre una settimana fa e che con ogni probabilità non si riuscirà a smaltire prima di metà settembre.

Ma hanno allestito bancarelle, spettacoli di intrattenimento e quant’altro per sopravvivere a questo ingorgo totale e alla faccia di facebook stanno nascendo amicizie, amori, rancori e quant’altro, senza neanche dover fare click.

Alla facci anche del Grande Fratello, la convivenza forzata lungo l’asfalto non dev’essere per niente facile, anzi, immagino sia snervante e molto poco serena (io che dopo dieci minuti nel traffico picchierei tutti, me compreso, li in mezzo non durerei mai) e poi chissà con quale stato d’animo si affronta una vita in macchina, magari un’utilitaria, quando poco distante da te c’è chi guida una macchina extralusso con tutti i comfort.

Si, un bell’esperimento. Ma vaffanculo Andrea Ibba Monni.

3 pensieri su “Alla faccia di Facebook”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...