La mia Pasqua

Questa foto è un po’ il simbolo duplice della mia Pasqua e dell’annessa pasquetta: ho fatto un servizio di foto  inutili e abbastanza  monelle ma che mi piacciono da morire e che mi son divertito un sacco a fare (le foto sono qui e piano piano le metterò tutte quante) e mi son mangiato le palle .

Andiamo con ordine.

Alla fine di un periodo bellissimo, intenso e pieno di soddisfazioni lavorative e affettive, tutto è finito, con uno schiocco di dita. L’apoteosi l’ho raggiunta sabato, giornata in cui son stato al mare tutto il tempo (mi son anche fatto il bagno nell’acqua sottozero), ho visto il mio Quadrato per un gelato e poi ho dato il party di fine spettacoli a casa con quella trentina di persone, i pochi intimi. Domenica il crollo.

Ga stava male, tutto il tempo a letto. Io a parte due ore di foto, mi volevo uccidere. Per di più era la prima Pasqua di mia nipote Giulia e io non c’ero. È che quando sto fermo sono una formichina impazzita, un Romeo senza Giulietta, una rosetta senza mortadella, un Al Bano senza la Lecciso, uno scout senza foulard. Ero abbastanza giù, ho sfogato tutto le stress e mi son messo a letto consapevole del fatto che l’indomani, la pasquetta, sarebbe andata meglio.

E così è stato, a partire da Ga che s’è rimesso e da vari amici e amiche che son venuti inaspettatamente a trovarci di pomeriggio. E tra varie rivelazioni e inaspettate scoperte, la serata s’è conclusa in maniera inaspettata. Purtroppo non posso raccontare né il peccato né i peccatori, ma sappiate solo che ci siamo molto molto molto divertiti!

Oggi si riparte a mille, con nuovi progetti e tante cose bellissime da fare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...