Telefilm

Quasi ossessionato dalla tv, più in passato che adesso, tra un TeleMike e un Grande Fratello, tra l’Isola dei Famosi e Ok! Il prezzo è giusto, mentre i programmi vari sono venuti e andati via, i telefilm sono sempre rimasti una forte costante e lo sono tutt’ora che la tv la accendo pocchissimo, anzi quasi mai. E ogni volta che guardavo un telefilm in tv e ora che li guardo al pc (w emule) ogni serial è accompagnato da strane fantasie e bizzarri desideri.

amandaMelrose Place era (ed è tutt’ora granzie a Rai4) il sogno di avere un condominio, lavorare in una agenzia pubblicitaria e scoparsi tutti i maschioni del vicinato. Bella, ricca e stronza. Alzi la mano chi non ha mai sognato di essere Amanda Woodward e avere tutto dalla vita, tranne che l’amore vero. Ma vabbè, pazienza, sei vivi a Los Angeles, nel quartiere fighetto di Melrose, se hai soldi a palate e maschi a volontà, il resto è anche superfluo, no?

Vedevo questo telefilm sempre e comunque, riuscendo addirittura a scomparire ai pranzi domenicali a casa dei nonni, inforcando la bicicletta per andare a casa dei miei e godermi le ultime puntate in prima tv. Poi l’hanno ritrasmesso alle 3.30 del mattino, ero all’università, anno 2003. Ed io mi svegliavo a quell’ora, alle 4.30 studiavo per quattro ore circa e passavo il resto della giornata come uno zombie col sorriso sulle labbra.

Coglione? Forse, e allora?

lost-telefilm-foresta500

Lost è tutto quanto. Una “roba incredibile” direbbe mia cognata (seppure lo odia).

Prendi un aereo che misteriosamente precipita con un concentrato di casi umani d’altre dimensioni, il 90% dei quali sono bellissime donne o uomini che non devono chiedere mai e mettili su un’isola deserta. Ecco che parte la mia insana voglia di mare e di misteri, ecco che la paranoia sale e mi chiedo se e quando nella mia vita la ragazza dell’ortofrutta l’ho incrociata e la incrocerò ancora; quanto tempo ci vorrà affinchè l’istruttore della mia palestra e il suo fascio di muscoli mi salvino la vita mentre cado da un monoelica pieno di statuette della Madonna ripiene di cocaina; quante persone ha ucciso e perchè lo ha fatto la postina che prima o poi prenderà un aereo con me e ci divideremo una noce di cocco?

Lost è un puzzle bellissimo che ha contribuito e contribuisce alla mia voglia di rendere lamia vita un tormento avvincente e inspiegabile.

desperate-housewives-wister Desperate Housewives mi ha fatto venire voglia di uccidere i miei vicini di casa (non che loro non abbiano contribuito a questa fantasia). Vivere in un bel quartiere pulito, con vicini belli e benestanti, un bel lavoro e una casa favolosa vale la pena anche se poi la vicina ha il marito in freezer o un fucile a pompa sotto il materasso.

Mike Delfino è un ex tossico che si impasticca? Pazienza, perchè come lava la macchina lui, senza maglietta e coi jeans attillati, non la lava nessuno.

Bree Odge Van de Kamp è un po’ psicolabile? Meglio di quando interpretava la folle Kimberly Shaw e viveva a Melrose Place, no?

Ho avuto anche strane voglie con altri telefilm: la voglia matta di rifare le superiori quando trasmettevano Beverly Hills 90210, la voglia matta di una babysitter guardando La Tata, la voglia matta di diventare un bombarolo serial killer guardando Dawson’s Creek (li odiavo tutti) e così via…

Si, ho un problema. Lo so. Ma non ci posso fare nulla. In mezzo a tanta fuffa sociale, a me il telefilm americano mi tiene su il morale e mi fa passare decentemente il poco tempo libero che ho.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...