Ciarpame senza pudore

corona-nudo-1“Mi domando in che paese viviamo, come sia possibile accettare un metodo politico come quello che si è cercato di utilizzare per la composizione delle liste elettorali. In Italia la storia va da Nilde Jotti e prosegue con la Prestigiacomo. Le donne oggi sono e possono essere più belle; e che ci siano belle donne anche nella politica non è un merito nè un demerito. Ma quello che emerge oggi attraverso il paravento delle curve e della bellezza femminile, e che è ancora più grave, è la sfrontatezza e la mancanza di ritegno del potere che offende la credibilità di tutte e questo va contro le donne in genere e soprattutto contro quelle che sono state sempre in prima linea e che ancora lo sono a tutela dei loro diritti. Mio marito insegue lo spirito di Napoleone, non di un dittatore. Il vero pericolo è che in questo Paese la dittatura arrivi dopo di lui, se muore la politica come temo stia succedendo”.

Veronia Lario Berlusconi

 

 

 

 

 

 

 

 

Fabrizio Corona saluta l’Italia, anzi l’italietta, come l’italietta merita di essere salutata. Nella mano destra un dito medio che si alza a suggerire che si infilerà laggiù, dando sollazzo e fastidio a seconda dei momenti, e nella mano destra sinistra un membro abbronzato e due testicoli pronti per l’uso. E’ quello che ci aspetta, è quello che ci meritiamo.

L’unico pregio della puntata di Annozero di ieri è stata sentire le parole di Veronica Lario Berlusconi, che a tratti lascia da parte la sua vicenda personale e lancia un monito da Cassandra. Le parole sono quelle soprascritte, interpretate da una Monica Guerritore che si sente inspiegabilmente un’Antigone nel suo monologo finale. Una trasmissione snervante come il Tg4 di Emilio Fede, perché quando non c’è contraddittorio e il padrone di casa è fazioso, non è stimolante seguire la sequela di parole di chi la pensa in maniera estrema da una parte all’altra.

Questa non è politica, è l’opposto della politica. E parlo di Berlusconi che ne spara a raffica e lancia il berlusconismo,  così come  mi riferisco alla politica dell’opposizione che si basa sull’antiberlusconismo. Una buffonata da entrambe le parti. E nessuno fa nulla, perché c’è fame di gossip, di cazzi altrui ed è fantastico che si unisca il pettegolezzo al mondo ancora inesplorato della politica: si sublima il bisogno ancestrale di cazzi altrui. E ce ne freghiamo abbondantemente del fatto che dovremo interessarci a dove stiamo andando. La tanto scandalosa lista elettorale del PDL alle europee che doveva comprendere puttanelle e presunte tali, in realtà mette in politica direttamente dalla tv solo Barbara Matera e Iva Zanicchi, i cui scheletri nell’armadio sono rispettivamente una parte nel polpettone Incantesimo e l’ultima canzone al Festival di Sanremo (Ti voglio senza amore, ma dammi tutto il resto. Fai quello che ti piace, però non finire presto…). E quindi? Voglio sperare che non siamo arrivati a fare politica rinfacciando queste cose. Dove sono i dibattiti pubblici? Dove sono i programmi? Dov’è la democrazia?

Ci infiammiamo tanto per _bigspilla-obamaMister President Barak Obama vedendo anche per l’Italia la svolta (ma perchè?) e versiamo lacrime da coccodrillo sul com’è la  politica e come dovrebbe essere, e poi chi se ne frega.

Ma si, l’America è lontana quando ci fa comodo e gli americani sono tanto simpatici a volte, Angelina e Brad adottano un paio di cambogiani, Madonna dà 500 mila dollari al sindaco abruzzese che glieli chiede, ma tutto qui. Il resto è roba nostra, perchè l’unica cosa che pare essere utile da conoscere del mondo politico e il cugino, lo zio, l’amico, l’amico del cugino o l’amico dello zio (meglio ancora entrambi) che ci dia una mano, una spinta, un pizzino di raccomandazione.

io-faccio-un-favore-a-te-e-tu-fai-un-favore-a-me

Il resto è noia. Troppo difficile. Ma lamentiamoci della crisi economica, delle pensioni, della mancanza di lavoro, del treno in ritardo, delle buche nelle strade, del costo della sanità pubblica o della carenza dell’istituzione scolastica.

Come? Tra di noi, mentre scorre la pubblicità del nostro programma tv preferito:

I CAZZI ALTRUI.

brindaconpapixfactor


3 pensieri su “Ciarpame senza pudore”

  1. forse non è nemmeno sbagliato attribuire a Corona più di due mani
    mi chiedo infatti come faccia ad averle ovunque se sono solo due
    un abile giocoliere o un super dotato?
    sicuramente, da quel che si vede, non lo si può dire del “sotto”…
    le storie di famiglia sono vicine di casa, perchè non si fa così tanta cagnare
    se qualcuno di loro decide che è arrivato il momento di andare ogniuno per la sua strada?
    già, loro non fanno politica…
    buon week end

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...