Un tuffo nel passato per scoprire il presente e godere del futuro (passando per feisbuk)

Mi sono sempre guardato indietro, fin troppo certe volte. Non è da me dimenticare ciò che è stato, non è da me il classico chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato, scurammoce o passato, no, e non mi appartiene fino in fondo un titolo così lungo di questo post (titolo di un probabile film di Lina Wertmuller).

Il passato non è una terra straniera, o per lo meno non dovrebbe esserlo. Finalmente Feisbuk ha prodotto qualcosa di concreto per la mia esistenza. Premetto che non mi aspettavo nulla di più che passare il tempo a fare test e quiz idioti e che sono consapevole che Feisbuk vende aria trita e ritrita, nulla di nuovo all’orizzonte e zero privacy, ma sono riuscito a usare il mezzo per ritrovare un vecchio amico. E sono contentissimo, perchè è un bravo ragazzo che è riuscito a  emergere dalla miseria d’animo cui pareva destinato, ha cavalcato e sta cavalcando la vita piuttosto che stallare nella mediocrità dell’esistenza. E sono felice per lui, e per me che ho ritrovato una grande persona.

E dire che Feisbuk non è altro che un’estensione dell’ego ipertrofico, l’ennesima ramnificazione del narcisismo solitario e fine a se stesso, la milionesima vetrina che al fine di metterci in mostra ci separa dal resto del mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...